LA FIERA DELLA VERITÀ

06.09.2021

Di Luigi Paciello

E mi ritrovo sempre più confuso
a tratti quasi convinto d'esser morto.
Ormai mastico da giorni respiri e,
in affanno ritorno ai miei desideri.
Penso ancora di avere un senso ma,
intanto mi rigiro le dita spaurito.
Cerco in questo un po' di ragione,
come se i miei dubbi potessero parlarmi.
Beati i primi, perché loro intanto sono e,
di quel che saranno, possono tranquillamente non pensarci.
Sì, lo so che non vi è nulla di virtuoso in tutto questo ma,
a che cosa devo credere per trovare un po' di pace?
Forse a ciò che non si deve o,
meglio, a quel che non ci duole.
C'è ancora fiato in questo cuore e,
riesco a sentirlo anche se non fa rumore.
Di reale c'è ben poco, forse nulla o ahimé fin troppo,
adesso ne sono più che mai convinto:
la verità è soltanto di chi sa ben mentire.